Questo lavoro è originale e di proprietà esclusiva dell’autore. Il suo soggetto è puramente satirico ed immaginario. Ogni eventuale riferimento a circostanze, fatti, tempi, luoghi, animali, vegetali, minerali, fungi o miceti, cose, persone o entità di qualsiasi natura e genere della realtà fisica e/o metafisica è del tutto casuale. La riproduzione e/o diffusione, anche in forma parziale, sono vietate salvo esplicito consenso e, in ogni caso, sono soggette all’obbligo di citazione della fonte.

 

IL CACCIATORE

di Nedo Paglianti

 

 

Cari Ragazzi,

 

fatemi raccontare di quella volta che parlai con un cacciatore.

 

Lo feci perché mi sembrava una persona intelligente.

 

Sì, lo so, "cacciatore intelligente" è un ossimoro, ma aspettate. Prima fatemi dire che sono animalista.

 

Qual è la differenza tra "animalisti" e "protezionisti"?

 

Gli animalisti sono quelli che pensano che l'uccisione di un animale per farne una pelliccia sia un crimine, punto e basta (vedi LAV).

 

I "protezionisti", invece, sono quelli che se la pelliccia è fatta con animali d'allevamento, allora no problem (vedi WWF).

 

Dunque, vi dicevo del mio incontro con il cacciatore. Questo fu il nostro dialogo:

 

-         Sei cacciatore?

-         Sì.

-         Perché vai a caccia?

-         Perché mi piace fare passeggiate nei boschi, respirare aria buona e stare a contatto con la natura, per osservare gli animali che mi piacciono tanto.

-         Arrosto o in umido?

-         Eh?

-         No, dicevo, se ti piace stare a contatto con la natura per osservare gli animali, perché non usi il binocolo o la macchina fotografica al posto del fucile?

 

(il cacciatore si fece assai serio in volto, indi assunse un tono molto grave e di sussiego)

 

-         Vedi caro, tu non hai mai sparato e allora non puoi capire. Quella per le armi, oltre a essere una passione, è una scienza. Servono tanto studio ed anni di perfezionamento. Non per nulla il tiro al piattello è una disciplina olimpica.

-         Anche perché il tiro al piccione è vietato.

-         Come?

-         No, voglio dire, se davvero ti piace sparare, perché non ti dai al tiro al piattello?

-         Eh, ma non è mica la stessa cosa!

-         Già, i piattelli non gridano, né sanguinano.

-         In che senso…?

-         Nel senso che il binocolo no, la macchina fotografica no, il tiro al piattello no… Ma, scusa, non è che per caso ti piace la caccia perché sei un disadattato borderline che gode solo quando uccide?

 

Il cacciatore, prima andò ad informarsi su che cosa volesse dire "disadattato borderline" e poi non mi rivolse più la parola.

 

– ˜™ —

 

P.S.

Un grazie a Vauro ed alla L.A.V. per averci prestato la vignetta.